Image Image Image Image Image
Scroll to Top

To Top

News

13

Mar
2012

Fiera di Importazione ed Esportazione della Cina: è Canton il nuovo cuore economico internazionale

In News

Panel di autorità italiane e cinesi alla prima presentazione italiana della Fiera di Canton, il 7 marzo a Milano.

Testimonianza della crescente globalizzazione del commercio e dei mercati, la Fiera di Importazione ed Esportazione della Cina è la più grande manifestazione di Import-Export a livello internazionale degli ultimi dieci anni.

Giunta alla sua 111° edizione, quella che viene correntemente definita Fiera di Canton ha avuto la sua presentazione ufficiale in Italia con l’evento “Win-Win Cooperation, Opportunità senza confini”, il 7 marzo 2012 al Westin Palace di Milano, raffinata location per una conferenza ricca di personalità di spicco. Presenti, infatti, le maggiori autorità cinesi ed italiane, in un’atmosfera di integrazione e condivisione di culture, prodotti e strategie economiche.

La Fiera è stata presentata ad una platea prestigiosa, composta dai rappresentanti di Comune di Milano, Regione Liguria, Centro Europeo di Innovazione per le Imprese, AICE (Associazione Italiana Commercio Estero), Associazione Nazionale degli Industriali, oltre a numerose aziende nazionali e alla stampa economica e specializzata. Apprezzati gli interventi dei relatori d’eccezione quali, primo fra tutti, Liu Jianjun, Vice Presidente del China Foreign Trade Center e Portavoce della Fiera di Importazione ed Esportazione della Cina.
Accanto a lui Li Bin, Console Commerciale del Consolato Generale Cinese di Milano, Mario Zanone Poma, Presidente della Camera di Commercio Italo-Cinese, l’On. Cristiana Muscardini, Vice Presidente della Commissione per il Commercio Internazionale del Parlamento Europeo e membro del Parlamento Europeo, Enrico Pazzali, Amministratore Delegato di Fiera Milano e, come moderatore, Rita Fatiguso, giornalista de Il Sole 24 Ore.

L’ultimo decennio ha visto in Cina una crescita economica senza pari, resa ancora più significativa dal generale quadro di crisi finanziaria mondiale: un notevole aumento di importazioni ed esportazioni, con la costituzione di partnership commerciali internazionali, in un clima di nuove opportunità e grande apertura. Basti pensare che il volume del commercio bilaterale tra Cina e Italia nel 2011 ha superato i 50 miliardi di dollari.

In un panorama economico d’incertezza ed instabilità, rafforzare la cooperazione economica e commerciale internazionale attraverso una piattaforma quale la Fiera di Canton è una strategia vincente. Un’occasione unica, infatti, sia per espositori sia per buyer: questi ultimi potranno prendere visione di prodotti di marchi globalmente noti ma anche emergenti, che tagliano trasversalmente tanto i settori merceologici quanto la provenienza geografica. Le cifre relative alle adesioni della 110° edizione indicano uno sviluppo costante: 210.468 buyer da 210 Paesi e regioni (1% di aumento rispetto alla precedente), di cui 3.975 buyer italiani (16% in più rispetto alla precedente).

La Fiera di Canton si svolge due volte l’anno: l’edizione primaverile 2012 avrà luogo tra il 15 aprile e il 5 maggio in tre fasi successive, differenziate a seconda del Padiglione e dei settori merceologici. Dal 2002, anno della 101° edizione, in aggiunta allo “storico” Padiglione Nazionale, la Fiera si è dotata di un Padiglione Internazionale: qui, espositori di tutto il mondo possono godere di una vetrina privilegiata per il proprio brand e i propri prodotti.

“La Fiera di Canton nasce come vetrina per la promozione di aziende e prodotti cinesi, ma negli ultimi dieci anni si è aperta anche all’estero, diventando un organo di ricezione, un canale importante per chi voglia entrare nel mercato cinese. L’Italia è il 5° partner commerciale della Cina in Europa, e la Cina il 1° partner commerciale dell’Italia in Asia – ha esordito Li Bin, Console Commerciale del Consolato Generale Cinese di Milano – Nel 2011, nonostante la crisi finanziaria europea, il rapporto bilaterale italo-cinese ha mantenuto un trend di grande sviluppo, il 13% di incremento rispetto al 2010. Al contempo, nel 2011 gli investimenti delle imprese italiane in Cina hanno toccato i 5 miliardi e 500 milioni di dollari, così come quelli cinesi in Italia hanno raggiunto i 400 milioni di dollari”.

“Nel dicembre 2001 la Cina è entrata a far parte dell’Organizzazione Mondiale del Commercio, e questo ingresso ha favorito un notevole processo di crescita: ogni anno negli ultimi 10 anni, i prodotti commerciali garantiscono un introito di 750 miliardi di dollari, oltre alla creazione di 140 miliardi di posti di lavoro – ha spiegato Liu Jianjun, Vice Presidente del China Foreign Trade Center e Portavoce della Fiera di Importazione ed Esportazione della Cina – è stato stimato che i prodotti cinesi, con la loro buona qualità a basso prezzo, garantiscono ad oggi un risparmio annuo di 300€ per ogni famiglia europea. Vogliamo aprirci verso nuovi settori grazie alle partnership internazionali, portando nuove idee e vitalità nell’ambito delle tecnologie energetiche alternative e dei prodotti biologici, per la tutela dell’ambiente. Altro rilevante progetto in essere dalla 109° edizione è il Centro di Promozione del Design, che si prefigge di invitare le aziende internazionali a portare in Cina il proprio design e i propri concept creativi”.

“China Import and Export Fair rappresenta oggi la più grande fiera al mondo del settore e soprattutto quella con il più alto tasso di buyer stranieri – ha commentato Enrico Pazzali, Amministratore Delegato di Fiera Milano – Apprezzo molto la volontà degli organizzatori di realizzare questo evento di promozione della mostra in Italia, segno del grande interesse nei confronti del mercato italiano, inteso sia dal punto di vista dei possibili espositori sia dei visitatori. Credo che stiamo vivendo un momento molto importante e positivo delle relazioni tra Italia e Cina”.

“La relazione tra la Camera di Commercio Italo-Cinese e la Fiera di Canton è iniziata già negli anni ’70, consolidandosi nel tempo grazie agli ottimi rapporti interpersonali – ha illustrato Mario Zanone Poma, Presidente della Camera di Commercio Italo-Cinese – Come sottolineato a giugno 2011 dal Vicepresidente Cinese Xi Jinping in occasione di un viaggio in Italia, è fondamentale rilanciare l’interscambio con la Cina, attualmente attestato intorno ai 50 miliardi di dollari: l’obiettivo è di raggiungere gli 80-100 miliardi di dollari di interscambio, ma riequilibrando il peso prevalente delle esportazioni fino ad ottenere un rapporto di 60% a 40% tra esportazioni ed importazioni. La Camera di Commercio vuole supportare le necessità burocratiche delle aziende italiane e cinesi e aiutarle a trovare partner commerciali”.

“Milano e l’Italia vedono con grande attenzione i rapporti con la Cina, e la Fiera di Canton è una delle opportunità per migliorare le relazioni tra Cina ed Unione Europea. In un mondo devastato dall’imperante crisi economica e finanziaria, il commercio internazionale è diventato uno dei principali strumenti di politica estera, attraverso il quale si può aiutare lo sviluppo non solo economico, ma anche sociale e ambientale. La Cina è senza dubbio al centro del dibattito economico della Commissione per il Commercio del Parlamento Europeo oltre che, ovviamente, della Commissione Europea” ha chiosato l’On. Cristiana Muscardini, Vice Presidente della Commissione per il Commercio Internazionale del Parlamento Europeo.

Padiglione Nazionale
Fase I: dal 15 aprile al 19 aprile 2012
Settori di elettronica ed elettrodomestici, strumenti metallurgici, macchinari, autoveicoli e accessori, materiali edilizi, illuminazione, prodotti chimici.
Fase II: dal 23 al 27 aprile 2012
Settori di beni di consumo quotidiano, articoli da regalo, oggetti ornamentali per la casa.
Fase III: dal 1 al 5 maggio 2012
Settori di tessile e abbigliamento, calzature, oggetti per ufficio, borse, valigie, articoli per sport e turismo, medicina, settore alimentare.

Padiglione Internazionale
Fase I: dal 15 aprile al 19 aprile 2012
Settori di elettronica ed elettrodomestici, materiali edilizi e strumenti metallurgici, macchinari, materie prime industriali.
Fase III: dal 1 al 5 maggio 2012
Prodotti alimentari e agricoli, prodotti per la salute e cosmetici, articoli da regalo e prodotti ornamentali.

La location sarà il Complex di Esposizione della Fiera di Importazione ed Esportazione della Cina a Guongzhou, nel sud-est del territorio cinese, vicino ad Hong Kong. Il Complex ha una superficie di 1.160.000 mq e, con i suoi 58.700 stand, è pronto ad ospitare oltre 200.000 partecipanti provenienti da 210 Paesi diversi, grazie all’organizzazione del China Foreign Trade Center e al patrocinio del Ministero del Commercio della Repubblica Popolare Cinese e del Governo Popolare della Provincia di Guangdong.

 

 

 

Tags | ,

Share