Image Image Image Image Image
Scroll to Top

To Top

Non categorizzato

22

Mag
2014

Dalle elezioni europee a Internet, l’Italia apre le porte a una società in cui la donna ha un ruolo sempre più importante

Solo pochi anni fa, all’epoca del governi Berlusconi e Monti, le donne ministro rappresentavano il 18% dell’effettivo totale. Una cifra troppo bassa se paragonata al numero delle donne che conducono o partecipano come showgirl alle trasmissioni Tv di maggiore successo.

Dal suo arrivo a capo del governo italiano, Matteo Renzi inverte dolcemente la tendenza, così che le donne si sono viste offrire il 50% delle posizioni nel Consiglio dei Ministri. Una tendenza che sembra persistere anche in vista delle elezioni per il parlamento europeo; Renzi infatti  ha ufficializzato le liste dei candidati per le 5 circoscrizioni e i 5 capolista sono tutte donne.

La rappresentanza femminile però cambia molto all’interno dei diversi partiti. In totale, le donne rappresentano il 36,5% dei candidati, con una percentuale che varia dal 53% dei Verdi a poco più del 16% per UDC e NCD. Il Partito Democratico di Renzi è sopra la media, con circa il 40% di donne tra i propri candidati. Forza Italia invece schiera solo una donna come capolista e propone tra i propri candidati Ylenia Citino, ex-tronista di “uomini e donne”.

Non passa inosservato nemmeno il M5S, il web-partito che votando i propri candidati in via telematica ha scelto il 47% di donne tra i propri rappresentanti. Ciò conferma la tendenza del web a supportare il ruolo della donna nella società, una visione condivisa da AdottaUnRagazzo.it così come dal primo ministro italiano.

Dunque una donna al potere di una nazione o addirittura dell’Europa intera non è più un’assurdità nel 2014…

 “Il genio femminile è necessario nei luoghi in cui si prendono decisioni importanti”, queste sono le parole pronunciate nel Settembre 2013 da Papa Francesco. I suoi auspici si stanno forse realizzando?

Sbarcata da un anno in Italia, AdottaUnRagazzo.it sconvolge le regole fissate, ribalta i preconcetti sul ruolo della donna nel gioco della seduzione e la mette nella condizione che dovrebbe avere da sempre: quella di decidere.

In questo dolce supermercato la donna è trattata come una principessa: è lei che sceglie gli uomini che più corrispondono ai suoi criteri di selezione ed è lei a contattarli facendo così il primo passo, il tutto senza paura di essere giudicata o rischio di essere importunata.

AdottaUnRagazzo.it approfitta di questo concetto destrutturante per prendersi gioco dei ridicoli stereotipi sulla donna e della società dell’iper-consumismo.

L’epoca della donna berlusconiana, della donna oggetto, della donna troppo truccata è ormai superata nell’Italia d’oggi. Sembra che il vento stia girando e ne sono la dimostrazione azioni come quelle messe in atto da Matteo Renzi e, su un tono più leggero ma non meno rappresentativo della società attuale, il grande successo di AdottaUnRagazzo.it.

 

 

Tags | , ,

Share