Image Image Image Image Image
Scroll to Top

To Top

News

29

Ott
2014

Indagine del portale automobile.it e GfK Eurisko: come cambia l’approccio alle auto delle famiglie italiane?

In News

Uomini eterni indecisi e donne che scelgono in maniera indipendente. Acquisti consapevoli e valutazioni attente con budget ridotti. Cresce la ricerca e la consultazione di siti internet e portali. 

Italia, motori e famiglie sono un connubio indissolubile: ma come è cambiato l’approccio delle famiglie nell’acquisto di un’automobile? Lo svela un’indagine promossa da automobile.it (www.automobile.it), portale di compravendita online di veicoli, e condotta dall’Istituto di Ricerca GfK Eurisko su un campione di 250 possessori di auto che hanno figli fino ai 17 anni. Scegliere l’auto giusta diventa un’esigenza imprescindibile nel momento in cui si decide di metter su famiglia.

Emergono interessanti prospettive, differenti per zona geografica e sesso degli intervistati. Sfatato il mito dell’”uomo che non deve chiedere mai”: cresce in larga misura la fetta di uomini che chiede consiglio alla propria partner (55%) quando si tratta di scegliere l’auto e (perché no?) anche i figli sanno dare dei buoni consigli al papà (8%). È al Nord-Ovest che il parere del partner è tenuto maggiormente in considerazione, mentre al Centro Sud tutta la famiglia al completo dice la sua. Uomini sempre più indecisi e donne sempre più indipendenti: il 22 % delle donne intervistate dichiara che il coinvolgimento di altri membri della famiglia nella scelta dell’auto diminuirà.infografica_automobile_def

Lunghi anche i tempi di decisione per gli uomini, forse per via dello scarso potere d’acquisto che caratterizza un po’ tutte le famiglie italiane. Per il 52% degli uomini il tempo che intercorre tra il momento in cui si inizia a pensare di comprare una nuova auto e quello in cui la si compra sarà più lungo di prima. Meglio quindi un acquisto consapevole e più ragionato di questi tempi! Il 19% delle donne invece dice che diminuirà, soprattutto quelle che risiedono al Centro.

Il budget destinato all’acquisto di una nuova auto è inevitabilmente sceso in maniera uniforme in tutta Italia, ma non c’è da stupirsi. Il Nord Ovest pare ancora un pochino al di sopra della media, con un 10% che dichiara che il budget destinato alla nuova automobile aumenterà.

Interessante anche lo studio sulle fonti informative: rimane un punto fermo il rapporto diretto con il professionista del settore, ma l’era digitale sta facendo crescere sempre di più la ricerca e la consultazione di siti internet e portali come automobile.it. Ben il 20% dice che in vista del prossimo acquisto consulterà maggiormente il canale web. Diminuisce sempre più la percentuale di intenzione a consultare quotidiani e riviste tradizionali e della televisione, rispettivamente il 37% e il 36% farà meno affidamento su questi canali.

Il motivo dell’utilizzo sempre più diffuso di internet risiede soprattutto nel fatto che è un modo molto rapido e facile per informarsi (71%), meno costoso (66%), è un modo comodo per informarsi in qualsiasi momento del giorno e della notte (73%), evitando così di dover perdere intere giornate presso autoconcessionari con domande poco pertinenti e con risposte meno chiare. Inoltre su internet si possono personalizzare le informazioni in base alle esigenze (62%).

Alla luce di queste considerazioni, qual è la valutazione complessiva? Le famiglie italiane come si comportano quando devono comprare un’auto? Da quanto emerge, la valutazione attenta e consapevole nell’acquisto rimane un punto saldo, ma i mezzi per poterlo fare in maniera più semplice e rapida risultano essere fondamentali. Ora che il vostro nucleo famigliare sta crescendo, ora che le esigenze si devono concentrare tra spazio e praticità, efficienza e durata nel tempo, diventa sempre più utile semplificare un po’ il tutto delineando gli aspetti concreti da considerare per il vostro acquisto.

Tags | , , , ,

Share