Image Image Image Image Image
Scroll to Top

To Top

News

30

Giu
2015

Sandro e Umberto, dall’università all’Ortomercato di Milano

In News

Quando i loro coetanei rientrano dalle nottate in discoteca, i 25enni Sandro e Umberto escono di casa per andare a lavorare. Il loro stand nel settore C dell’Ortomercato di via Lombroso a Milano li aspetta. “Non rinuncioad uscire con gli amici e fare tardi la sera, ma dopo un po’ la stanchezza si sente” confessa Sandro Todaro, davanti alla cella frigorifera dove sono impilate le cassette di frutta. Ogni mattina dalle 4 alle 10 insieme al suo socio Umberto Musso serve i clienti che si rivolgono alla loro Italfrutta per consigliare le angurie più buone o le banane mature al punto giusto.

stand italfruttaLa loro non è stata una necessità, ma una scelta ben ponderata. “Quando abbiamo rilevato la concessione del Comune a settembre 2014 non avevamo nessuna lista già avviata di compratori e nessun contatto – spiega Sandro –, ma il nostro entusiasmo ha contagiato le aziende a cui ci siamo rivolti, come Dole (www.Dole.it). Il più grande produttore mondiale di frutta fresca non sapeva certo chi fossimo, ma ci ha dato fiducia e ha creduto in noi permettendoci di avere a disposizione prodotti di qualità in un mercato che punta al ribasso”.

Dole ha scommesso anche su Sandro e Mauro, assieme ad altri importanti grossisti partner, per portare avanti l’iniziativa Maestri della frutta. L’obiettivo del progetto è creare un punto di contatto qualificato tra commercianti all’ingrosso e fruttivendoli, aiutando il consumatore finale a scegliere con più attenzione i prodotti quando fa la spesa.

Pur avendo tutti i numeri in regola per aspirare a un posto dietro una scrivania, Sandro e Umberto hanno deciso che la loro strada passava dal contatto con la gente e i prodotti di qualità. Il primo sta per terminare Ingegneria elettronica al Politecnico ed è l’amministratore di Italfrutta, Umberto si è appena laureato alla Bocconi di Milano in Management ed è il responsabile commerciale della società. Ad aiutarli c’è il papà di Umberto, Giampaolo, che ha messo a disposizione la sua esperienza nel settore vendite e tra i pancali si vede anche il più piccolo della famiglia Musso, già pronto a rimboccarsi le maniche appena avrà finiti gli studi.

Tags | , , ,

Share